Top
 

Comunicati

Cisl FVG > Archivio informativo  > Comunicati  > ANCHE IN FVG E’ SCIOPERO DEL TPL: SI PROTESTA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO

ANCHE IN FVG E’ SCIOPERO DEL TPL: SI PROTESTA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO

Domani braccia conserte per quattro ore degli autisti del trasporto su gomma. Pittelli (Fit Cisl Fvg): “Situazione del comporta aggravata anche dal Covid”.

Sciopero di quattro ore, domani, anche in Friuli Venezia Giulia per i lavoratori del Trasporto Pubblico Locale su gomma. Al centro della protesta vi è il mancato rinnovo contrattuale, per un settore già fortemente in difficoltà a causa della pandemia. “Quello che rivendichiamo – va dritto al punto il segretario regionale della Fit Cisl, Antonio Pittelli – è il rinnovo di un contratto capace di apportare un decisivo miglioramento  delle condizioni di lavoro e un incremento salariale indispensabile per i lavoratori che garantiscono un servizio essenziale e strategico nei programmi di ripresa economica, transizione ecologica e della qualità della vita nei centri urbani”. Un contratto, insomma, fondamentale, che darebbe sollievo e maggiori tutele al personale del Tpl, già sottoposto ad un fortissimo stress. “La pandemia e soprattutto l’introduzione del green pass nei luoghi di lavoro – spiega ancora Pittelli – hanno solo accentuato una situazione già preoccupante e più volte denunciata: pensiamo solo alla mancanza cronica di autisti del Tpl su gomma, riconducibile alla questione contrattuale ed inasprita dal Covid”. Un neo assunto – si legge nel comunicato della Fit Cisl Fvg – oggi prende circa 7 euro all’ora e 1.100 euro al mese; un salario che paragonato al costo della vita (affitti, mutui, bollette ecc) è sicuramente molto poco. A rendere poco appetibile la professione vi sono poi i rischi legati al tipo di mestiere, lo stress a bordo dei mezzi dovuto al green pass richiesto ai passeggeri dai controllori, e l’orario di lavoro, basato su una turnazione che “sicuramente intacca la qualità della vita. Spesso l’autista si sveglia quando gli altri dormono ancora, mangia in orari dove non si ha fame e va a dormire quando i sui cari già dormono”. Quanto al deficit attuale di autisti, che si somma a quello cronico, e che oggi va riferito al personale contagiato o senza green pass, e che si riversa pure sulle corse (con un taglio complessivo, a livello regionale, di circa l’8%), la situazione appare critica con 70 autisti in meno a Udine, e 86 corse urbane e 152 extra urbane saltate soltanto ieri, 70 a Trieste e 900 corse cancellate, 30 a Pordenone con altrettante corse in meno e, infine, 30 anche a Gorizia, ma con 73 corse in meno.